Rango

di Gore Verbinski 2011 107'

Camaleonte domestico con la passione per la recitazione (e in originale con la voce di Johnny Depp), Rango si ritrova improvvisamente abbandonato nel deserto americano del Mojave. Spaventato e assetato, trova la strada verso Polvere, una desolata cittadina del West oppressa dalla siccità, e qui racconta alla variegata popolazione di lucertole, topi, rospi e tartarughe di essere un famoso pistolero. Pasticcione, bugiardo ma incredibilmente fortunato, Rango viene nominato sceriffo e si mette alla caccia delle banda di talpe che ha rubato le riserve d'acqua, finendo per scoprire le speculazioni dal sindaco di Polvere e del suo temibile alleato Jake Sonagli. SPUNTI DI RIFLESSIONE DIDATTICA - PER LE SCUOLE Il film è un efficace strumento per promuovere consapevolezza sulla risorsa acqua e, in particolare, sulla sua gestione. Polvere può rappresentare una qualsiasi cittadina non necessariamente situata in un territorio desertico. Si può partire dalle immagini per far emergere le personali concezioni dei bambini su questa molecola per andare, successivamente, a esplorare tutti i possibili modi attraverso cui ci relazioniamo con essa. L'acqua, come il cibo, assume nella storia dell'uomo un valore simbolico e spirituale. Ad essa si associano concetti come purificazione o rinascita. Oggi, in misura sempre maggiore, l'acqua viene vista come una "risorsa" da sfruttare, un "bene economico". Il paradigma economicista è diventato quello predominante nell'influenzare il nostro modo di relazionarci. A questo proposito, emblematico è il personaggio del sindaco di Polvere le cui speculazioni ricordano quelle che avvengono nella realtà. Da un'analisi del ruolo di questo personaggio è possibile stimolare una riflessione sulla differenza tra "risorsa comune" e "risorsa economica", evidenziando le complesse problematiche implicate nella sua gestione. Risulta utile in tal senso prendere in considerazione il passato o società molto lontane dalla nostra. Non bisogna trascurare che intorno all'acqua si sono da sempre scatenate controversie e conflitti. La parola "rivalità" nasce proprio da "colui che usa lo stesso fiume (riva) di un altro". Non è vero, però, che le guerre dell'acqua nascano a causa di mancanza di questa risorsa, piuttosto da incapacità nel condividerla. In Pakistan, ad esempio, i contadini erano in grado di coltivare zone desertiche grazie alla canalizzazione delle acque montane in canali sotterranei artificiali. L'apertura di pozzi finanziati dal governo e dalle banche ha disintegrato le forme comunitarie di cooperazione, incrementando la disuguaglianza sociale e peggiorando le condizioni igienico sanitarie delle comunità. Occorre quindi focalizzare l'attenzione dei ragazzi sul concetto di "limitatezza" delle risorse. A tal fine risulta utile proporre simulazioni o giochi di ruolo appositamente concepiti. Domande stimolo Da dove arriva l'acqua che esce dal tuo rubinetto? Chi permette che ci sia tutti i giorni? Cosa farebbe la tua famiglia se l'acqua arrivasse soltanto una volta alla settimana? E se arrivasse una volta al mese? Esistono davvero delle persone che rubano le riserve di acqua come il sindaco di Polvere? Riesci a immaginare qualcuno che possa rubare anche la terra? E l'aria? Per ulteriori approfondimenti scientifici e spunti didattici http://www.cinemambiente.tv (in particolare si consultino le aree tematiche "sviluppo sostenibile" e "acqua". Film utili per arricchire le riflessioni su questa tematica sono "Umbrella" e "Carpa Diem", presenti su questo sito rivolto alle scuole) www.iris-sostenibilita.net/iris/index_sm3.asp sito del Centro Interuniversitario IRIS, istituto di ricerca che affronta il tema della sostenibilità tenendo conto della dimensione inter- e trans-disciplinare. Il sito, ricco di spunti riflessivi e informazioni, mette inoltre a disposizione un percorso di conoscenza sulla sostenibilità in forma ipertestuale. www.waterfootprint.org contiene informazioni circa il concetto di impronta idrica www.acquabenecomune.org sito ufficiale del Forum Italiano dei movimenti per l'acqua a cui aderiscono oltre 80 reti nazionali e più di 1.000 realtà territoriali e centinaia di Enti Locali www.commercioetico.it contiene interessanti informazioni sui filtri di uso domestico e sul risparmio idrico www.contrattoacqua.it sito italiano del Contratto Mondiale sull'Acqua Degiorgi E. "L'Acqua. Un percorso tra scienza e insegnamento", Carocci Faber Scuolafacendo, Roma 2004. AA.VV. "Un percorso interdisciplinare di conoscenza sull'acqua", Litografia Geda, Nichelino (To), 2005. Camino E. & Calcagno C. "Un livido giorno di pioggia", Edizioni Gruppo Abele, Torino, 1992. Camino E. & Calcagno C. "Cerca l'acqua sotto terra, ferma l'acqua fermando la terra", Edizioni Gruppo Abele, Torino, 1991. Shiva V. "Le guerre dell'acqua", Feltrinelli, Milano, 2003. Ward C. "Acqua e comunità. Crisi idrica e responsabilità sociale", Elèuthera, Milano, 2003. Altamore G. "Qualcuno vuol darcela a bere", F.lli Frilli Ed., Genova, 2003. Anzera G. & Marniga B. "Geopolitica dell'acqua", Guerini Studio, Milano, 2003. Breda N. "Antropologia dell'acqua". La ricerca folklorica, No. 51, pp 3-16, 2005. W. Sachs & T. Santarius "Per un futuro equo. Conflitti sulle risorse e giustizia globale", Feltrinelli, Milano, 2007 a cura di Vincenzo Guarnieri

Regista:

Gore Verbinski

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio - 03 Giugno 2020
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter