Qualcosa di Straordinario

Big Miracle
di Ken Kwapis 2012 107'

Point Barrow, Alaska, 1988. Un reporter televisivo in crisi professionale scopre casualmente tre balene grigie rimaste intrappolate sotto una lastra di ghiaccio durante la migrazione. Costretti a prendere fiato attraverso una piccola buca, i cetacei combattono per la sopravvivenza e il loro dramma attira le televisioni di tutto il paese, oltre una folta schiera di politici e imprenditori votatisi all'improvviso alla causa animalista. Toccherà a una volontaria di Greenpeace, ex fidanzata del giornalista, salvare la vita delle tre balene e combattere l'invasione di media e autorità. Tratto da una storia vera e interpretato da Drew Barrymore e John Krasinski. SPUNTI DI RIFLESSONE DIDATTICA - PER LE SCUOLEIl rapporto uomo-animale è uno dei temi principali che emergono dal film. Attraverso le suggestioni provocate dalle immagini è possibile promuovere una riflessione più ampia sulle molteplici modalità di interazione tra la nostra specie e gli altri organismi viventi presenti sul Pianeta. Un punto di partenza potrebbe essere rappresentato da una discussione sui reali interessi e sulle aspettative che spingono i diversi protagonisti a rapportarsi con le balene intrappolate nel ghiaccio. Un'analisi del genere dovrebbe permettere di identificare e caratterizzare le differenze esistenti tra i ruoli giocati da tutti gli attori sociali che prendono parte alla storia: giornalisti, politici, imprenditori, ambientalisti, popolazioni locali, ecc. Concentrandosi sul caso della ragazza ambientalista di Greenpeace è possibile trattare il tema dell'empatia nei confronti degli animali, cioè la capacità di immedesimarsi emotivamente in loro. Inizialmente sarebbe opportuno fare emergere le esperienze personali degli studenti su questo aspetto, evidenziando quali siano gli animali con cui interagiscono e sentono di nutrire un legame empatico. In seguito si può ampliare il discorso sulle balene e sugli altri animali, fino ad arrivare a includere i vegetali. Áˆ possibile instaurare un rapporto empatico anche con una pianta? Per affrontare quest'ultimo aspetto si potrebbe presentare agli studenti il caso di Julia "Butterfly" Hill, la ragazza statunitense che è rimasta per 738 giorni su una sequoia a 55 metri di altezza per impedirne l'abbattimento. Un aspetto che appare evidente nella storia raccontata dal film è quello degli interessi politici ed economici che oltrepassano la necessità di salvaguardare l'equilibrio e la salute degli ecosistemi, fondamentali per il nostro stesso benessere. L'imprenditore decide di contribuire a salvare le balene soltanto perché ha intravisto un guadagno per la sua azienda. Sarebbe opportuno individuare delle situazioni analoghe che riguardano i ragazzi più da vicino, mettendole in relazione sia con il caso affrontato nel film che con i principi della green economy. A questo proposito è necessario introdurre il concetto di green washing, termine che indica la comunicazione da parte delle aziende di determinate virtù sostenibili che, in realtà, nascondono responsabilità nei confronti di impatti ambientali negativi. Domande stimolo Prova a elencare tutti i modi con i quali entri in relazione con gli animali durante una tua giornata, da quando fai colazione a quando vai a dormire. Quali sono gli animali con i quali pensi di avere un rapporto di empatia? Prova a riflettere sulle ragioni per le quali alcuni animali ci piacciono più di altri. Secondo te, è valsa davvero la pena di impiegare quell'enorme dispiegamento di forze per salvare tre balene? Perché? Per ulteriori approfondimenti scientifici e spunti didattici http://www.cinemambiente.tv (in particolare si consultino le aree tematiche "sviluppo sostenibile", "inquinamento", "acqua" e "alimentazione". Un film utile per arricchire le riflessioni su questa tematica è "Cry Sea", presente su questo sito rivolto alle scuole) www.iris-sostenibilita.net/iris/index_sm3.asp sito del Centro Interuniversitario IRIS, istituto di ricerca che affronta il tema della sostenibilità tenendo conto della dimensione inter- e trans-disciplinare. Il sito, ricco di spunti riflessivi e informazioni, mette inoltre a disposizione un percorso di conoscenza sulla sostenibilità in forma ipertestuale. www.waterfootprint.org contiene informazioni circa il concetto di impronta idrica www.greenpeace.it sito ufficiale dell'associazione internazionale Greenpeace Coetzee J.M. "La vita degli animali", Adelphi, Milano, 2001. M. Arcà "Insegnare biologia", Ed. Naturalmente Scienza, Calci (PI) (www.naturalmentescienza.it) S. Sterling "Educazione sostenibile", Anima Mundi, Cesena, 2006 E. Falchetti, S. Caravita (a cura di), "Per una ecologia dell'educazione ambientale", Scholè Futuro Onlus, Torino 2005 G. Bologna "Manuale della sostenibilità", Edizioni Ambiente, Milano, 2005. W. Sachs & T. Santarius "Per un futuro equo. Conflitti sulle risorse e giustizia globale", Feltrinelli, Milano, 2007 a cura di Vincenzo Guarnieri

Newsletter