Trevico-Torino... viaggio nel Fiat-Nam

di Ettore Scola Fiction Italia 1973 101'

Per Trevico-Torino, Ettore Scola, all'epoca già regista di grande successo, sceglie le forme del cinema militante ... troupe leggera, attori non professionisti ... per raccontare le trasformazioni sociali a Torino negli anni di più acuto conflitto. Il film accompagna il giovane Fortunato, giunto in città per lavorare alla Fiat, nelle tappe obbligate di molti immigrati dal sud: l'atrio della stazione trasformato in precario rifugio per le prime notti, la mensa dei poveri, l'esperienza del primo giorno in fabbrica, le periferie urbane, il piazzale di Porta Palazzo dove la domenica mattina si incontrano gli immigrati in cerca di lavoro e i "caporali" che reclutano manovali in nero. Determinanti per la sua formazione sono gli incontri, prima con un prete, poi in fabbrica con un sindacalista comunista, poi con Vicky, una studentessa di Lotta Continua con cui intreccia una storia d'amore. Sceneggiato con Diego Novelli, due anni dopo eletto Sindaco di Torino, il film conserva una notevole vivacità espressiva, dovuta soprattutto al personaggio di Vicky (interpretato da Victoria Franzinetti, all'epoca giovane studentessa) e un forte valore di testimonianza documentaria su uno dei periodi cruciali della storia cittadina.

Regista:

Ettore Scola

Nazione:

Italia

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio - 03 Giugno 2020
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter