Dialogo tra un venditore d'almanacchi e un passeggiere

di Ermanno Olmi Fiction Italia 1954 10'

Per uno dei suoi primissimi cortometraggi, Olmi mette in scena, rispettandone il testo alla lettera, un'"Operetta morale" di Giacomo Leopardi. "La Edison ci aveva comprato una nuova macchina, l'Eclair 300, bellissima, la stessa del Tempo si è fermato, e ho cercato un testo che fosse "all'altezza'. In Leopardi inoltre mi interessava l'intreccio di varie nozioni di tempo: quello del calendario, il tempo del pensiero, delle aspirazioni del futuro". Il dialogo, ambientato in Galleria a Milano la vigilia di Natale, è preceduto da un "prologo" dove Olmi segue il "passeggiere" dalle brume milanesi fin dentro la Galleria del Duomo illuminata a giorno dall'ottimismo delle festività, per cui il serrato ragionare del "venditore di almanacchi" viene incorniciato da Olmi in una sorta di "dimostrazione" che ha la forza al tempo stesso naturalistica e simbolica dell'immagine cinematografica.

Regista:

Ermanno Olmi

Nazione:

Italia

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio -
TORINO

Le iscrizioni sono attualmente chiuse

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter