Matteo Righetto

Scrittore Italia

Tra gli autori delle ultime generazioni il padovano Matteo Righetto si è distinto per una scrittura costantemente rivolta ad uno sguardo sull’azione del paesaggio nella vita dei protagonisti delle sue storie. Dopo l’esordio coi romanzi Savana Padana e Bacchiglione Blues pubblica, fra il 2013 ed il 2017, quattro romanzi che vanno a definire una sorta di tetralogia (per il momento) alpina, nella quale duetti di uomini e donne si animano e rianimano, viaggiando a contatto con gli elementi e la natura dei paesaggi, talora rigenerandosi, talora trasognandoli, talora sfidandoli, come nel caso dei protagonisti, Pietro Stieff e il figlio Domenico, del fortunato La pelle dell’orso, poi trasposto al cinema in un film diretto da Marco Segato ed interpretato da Marco Paolini, presentato non a caso come un “western dolomitico”. Gli altri romanzi sono: Apri gli occhi, storia dell’amore fra Luigi e Francesca che ne rivivono il ricordo, anni dopo, durante un’escursione in montagna; Dove porta la neve, racconto sospeso di un’amicizia alimentata dal desiderio di fuggire la solitudine, fra due uomini maturi, Nicola e Carlo, che se ne vanno fuori città in una notte di Natale nevosa, attratti dal polo magnetico e sentimentale delle vette montane; l’imminente L’anima della frontiera, ritratto storico di Fine Ottocento delle famiglie che vivevano l’alta Val Brenta, dove si coltivava il tabacco Nostrano del Brenta.

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio - 03 Giugno 2020
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter