Marco Bechis


Nel 1981 partecipa ad una scuola di cinema, l'Albedo di Milano. Nel 1982, realizza a Milano Desaparecidos, dove sono?, video-installazione su un campo di concentramento argentino, da cui poi trae il film Garage Olimpo. Nel 1985 scrive Chip, da racconti di Borges.
Discute con l'autore la sceneggiatura ed inizia a lavorare al film ma
l'autore muore l'anno dopo ed il film si interrompe. Dal 1983 al 1988
collabora con lo Studio Pontaccio di Milano dirigendo e producendo film
brevi per la RAI, gira Absent, video sperimentale che vince il Festival di Salsomaggiore 1984. Nel 1985 è consulente per la realizzazione dei video nel film Ginger e Fred di Federico Fellini. Nel 1987 gira per RAI, Storie Metropolitane, film brevi in sette città del mondo.Nel 1991 esordisce nel lungometraggio con Alambrado (Festival di Locarno 1991) Dal 1994 al 1996 gira in India il documentario Luca's film,
dedicato al suo amico Luca Pizzorno, scultore, artista e fotografo,
morto lo stesso anno (Festival di Locarno 1996). Nel 1995 scrive (ma
non dirige) Il Carniere, un film sulla Bosnia. Vince il Premio Amidei 1997 alla miglior sceneggiatura italiana dell'anno.Il suo secondo lungometraggio è Garage Olimpo (1999), la storia di un campo di concentramento in Argentina, durante la dittatura militare (52 ° Festival di Cannes). In Figli/Hijos,
il terzo film, racconta il dramma dei figli di scomparsi argentini
illegalmente adottati da famiglie di ex-militari (Mostra del Cinema di
Venezia del 2001). I suoi film hanno vinto 14 premi internazionali. Nel
2004 fonda Karta Film e inizia la preparazione di La Terra degli Uomini Rossi ... Birdwatchers, suo primo film come produttore, in collaborazione con la Classic di Amedeo Pagani.

Film submission

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 May - 03 June 2020
TORINO

Competition registration

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter