Per il babbo

di Ernesto Maria Pasquali Fiction Italia 1913 13'

Ragioniere come Pastrone, Ernesto Maria Pasquali trascura la partita doppia per lanciarsi nel 1908 nella produzione cinematografica, dopo essersi fatto le ossa per tre anni come direttore artistico dell'Ambrosio Film. Nel 1912, in Corso Stupinigi, Pasquali costruisce due teatri di posa a vetri e uno coperto per girare con la luce artificiale, oltre ai locali tecnici per sviluppo della pellicola, montaggio, scenografia e uffici: un vero e proprio stabilimento cinematografico che continuerà a operare realizzando film per l'UCI fino al 1925. La produzione inizia nel 1908 con la "seìrie d'art", riduzioni di opere famose come Ettore Fieramosca per cui ingaggia oltre duecento cavalieri, e melodrammi moderni come Zazà (1910), mentre tra i registi del suo studio troviamo Ubaldo Maria del Colle, Umberto Paradisi e addirittura Luigi Maggi, che per una volta tradisce Ambrosio dirigendo La rosa rossa (1913). Il suo "star system" sfoggia nomi  come Lydia De Roberti, Gustavo Serena e soprattutto la coppia Mary Cleo Tarlarini e Alberto Capozzi, che gli consentono di competere con Ambrosio e Itala nei generi di successo: le comiche, scritturando nel 1912 il francese Polidor; gli "uomini forti", costruendo per l'atleta Mario Guaita il personaggio di Ausonia come "anti-Maciste"; e il film storico, producendo nel 1913 Spartaco il gladiatore della Tracia e Gli ultimi giorni di Pompei di Vidali, uscito in concomitanza  con l'Ambrosio che lo cita in giudizio obbligandolo a cambiare il titolo in Jone; mentre con il kolossal Salamboì di Domenico Gaido (1914) sfrutta il successo di Cabiria. Lo sa il babbo è un divertente "film sul cinema", che nel riaffabulare una sorta di "piccolo scrivano fiorentino", con il figlio di un attore che lo sostituisce sul set e aiuta la famiglia all'insaputa di tutti, mostra in alcune scene molto divertenti come si girava il cinema a Torino negli anni dieci, ai tempi della Hollywood sul Po.

Nazione:

Italia

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio -
TORINO

Le iscrizioni sono attualmente chiuse

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter