Parabola d'oro

di Vittorio De Seta Documentario Italia 1955 10'

I contadini avanzano sparsi falciando il grano. Dietro di loro la distesa sconfinata ed ondulata del feudo siciliano. Gli uomini caricano i covoni di grano sui muli e li trasportano alle aie dove li dispongono per la trebbiatura. è un lavoro eseguito con sistemi primitivi. Un uomo si dispone al centro dell'aia facendo correre intorno i muli che calpestano le spighe con i loro zoccoli. Per sostenere l'improba fatica degli animali l'uomo canta dei versetti nei quali invoca il sole, il vento e la Divinitè. Intorno gli altri contadini rincalzano le spighe nell'aia. Poi è la siesta. I contadini si siedono all'ombra dei pochi alberi e si ristorano attendendo il vento. Le cicale friniscono. Ecco giungere la brezza fresca del mare. Anche le donne ora sono al lavoro e con gli uomini sollevano la pula in aria. Il vento porta lontano la paglia mentre il grano ricade dorato sull'aia. La sera il lavoro è compiuto, i contadini riempiono i sacchi, ne caricano i muli e fanno ritorno al paese. Lungo il loro cammino trovano una trebbia meccanica. Altri contadini rimangono sulle aie e tacciono immobili mentre si sentono i cani che abbaiano.

Regista:

Vittorio De Seta

Nazione:

Italia

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio -
TORINO

Le iscrizioni sono attualmente chiuse

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter