L'Italia non è un paese povero

di Joris Ivens Documentario Italia 1960 110'

Documentario in tre parti. La prima, Fuochi della Val Padana, mostra la ricerca, l'estrazione e la distribuzione del metano a Cortemaggiore. La seconda parte è composta da due frammenti: Due città sui vantaggi apportati a Ravenna e Venezia dalla raffinazione degli idrocarburi, e La storia di due alberi girato in Lucania dove, malgrado le esasperate condizioni di povertà, non si può ancora fruire dell' «albero di Natale », cioè del pozzo estrattivo. L'episodio conclusivo, Appuntamento a Gela, ha come protagonisti una coppia di sposi, un operaio piacentino e la sorella di un pescatore siciliano, alla cui unione si accompagna l'installazione di una piattaforma. Si tratta di un'altra opera sul tema dello sviluppo industriale, contro l'influenza americana e contro la convinzione molto diffusa che l'Italia sarebbe sempre rimasto un paese povero perché privo di materie prime. Girato su richiesta di Enrico Mattei per convincere gli italiani che la presenza di risorse come gas e petrolio era una realtà, Ivens, affiancato da Valentino Orsini, Paolo e Vittorio Taviani, Giovanni (Tinto) Brass, ebbe carta bianca, ma la RAI impose ingenti tagli per motivi politici. L'Italia non è un paese povero fu poi trasmesso in televisione con il sottotitolo "Frammenti di un film di Joris Ivens", ma l'autore non riconobbe l'opera nella versione tagliata.

Regista:

Joris Ivens

Nazione:

Italia

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio - 03 Giugno 2020
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter