Lavarsi i denti, aprire il frigo, buttare l'immondizia: piccoli gesti quotidiani che a volte compiamo con leggerezza. Una ser ie di interviste alla gente comune e tre scenette ci ricordano contono semi-serio, quanto poco sappiamo sulla gestione domestica di acqua, energia e rifiuti. Manca infatti la consapevolezza di quanto i nostri consumi pesino sulla natura. Occorre invece poter misurare,  avere un'idea concreta delle conseguenze del nostro stile di vita, e da qui capire che è necessario cambiarlo. Per questo è importante il calcolo dell'Impronta Ecologica, un indicatore che ci dice quanta natur a serve per sostenere i nostri consumi. E' un campanello d'allarme per capire che stiamo superando la capacità di rigenerazione della Terra . Come spiega Gianfranco Bologna, portavoce del WWF Italia, la svolta verso lo sviluppo sostenibile è possibile, anche se frenata dalla scar sa volontà politica nel metterla in pratica. Non mancano tutta via i segnali positivi. La Filiera legno-energia nel Canavese è un esempio di come una "buona pratica" adottata sul territorio consenta di conciliare sviluppo e ambiente.

Nazione:

Italia

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio - 03 Giugno 2020
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter