Fratello mare

di Folco Quilici 1975 90'

Mentre imperversa lo scempio che il turismo consumistico compie sulla Polinesia ex "ultimo paradiso", il vecchio Atai esprime la sua indignata protesta alimentata dalla nostalgia per quello che è ormai solo un ricordo. Rievoca la propria nascita, l'infanzia ("succhiavo latte e spruzzi di mare: fu così che il mare divenne mio fratello"), e l'adolescenza fino al giorno in cui il padre perse la vita nella pesca delle madreperle. Sfilano sullo schermo, visti e narrati da Atai, l'ambiente, i costumi, le leggende, la mitologia, il quotidiano rapporto con il mare amico-nemico. Atai ci fa rivivere l'iniziazione all'arte del navigare e del pescare, la sua prudenza e il suo coraggio di fronte allo squalo e alla murena. Intanto arrivano i bianchi a vendere cose inutili e comprare coralli e madreperle e a trasformare l'isola in un perpetuo luna park.

Regista:

Folco Quilici

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio - 03 Giugno 2020
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter