Narmada Diary

Diario sulla Narmada

Nel momento in cui vedrete queste immagini, ciò che mostrano potrebbe non essere mai esistito. Era il 1994 e le immagini si riferivano al villaggio di Domkheri, in un tratto del fiume Narmada nello stato del Maharashtra. Area di adivasi (gli aborigeni dell'India) effettivamente spazzata via da anni dalla diga Sardar Sarovar: la più alta e controversa di tutte, nell'ambito del colossale progetto di sfruttamento idro-elettrico che interessa dalla fine degli anni '70 il fiume Narmada. L'idea di tenere un video-diario delle immagini del disastro, nacque nel dicembre del 1990: dall'urgenza di documentare i momenti di più forte tensione tra l'NBA (Movimento in Difesa del fiume Narmada) e le autorità  indiane. Inizialmente stimata nell'ordine dei 130 miliardi di rupie (ma effettivamente costata tre volte di più), la diga avrebbe dovuto sommergere 'solo' 37.000 ettari di territorio ed evacuare 200 mila abitanti. Impossibile quantificare a distanza di oltre dieci anni i numeri del disastro, che incredibilmente continua: anche durante la scorsa estate parecchi villaggi sono andati distrutti in coincidenza con il monsone. Nel 1991 la stessa Banca Mondiale, inizialmente impegnata con un investimento di $ 450 milioni, si ritirà dal progetto rilevandone gli eccessivi costi umani e ambientali: in termini di eccessiva salinizzazione e deforestazione. Ciononostante i lavori continuano. La resistenza anche. Da sempre guidata dalla straordinaria Medha Patkar, anima, volto e voce del Narmada Movement.<%YOUTUBE=A7o4Oq3bBt4%>

Nazione:

India

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio - 03 Giugno 2020
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter