Kaise Jeebo Re!

Come potrò sopravvivere, amico mio!

@font-face { font-family: "Cambria Math"; }p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; font-size: 10pt; font-family: "Times New Roman"; }p.MsoBodyText, li.MsoBodyText, div.MsoBodyText { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; font-size: 16pt; font-family: "Times New Roman"; }span.CorpodeltestoCarattere { }.MsoChpDefault { font-size: 10pt; }div.WordSection1 { page: WordSection1; }"Dopo la conquista dell'Indipendenza in India vennero costruite molte dighe, che resero le terre molto più fertili e produttive". Questa la versione del progresso che i bambini indiani apprendono a scuola. Ma la battaglia che da oltre dieci anni si combatte lungo il fiume Narmada racconta una storia ben diversa. Annunciato alla fine degli anni '70 come uno dei più ambiziosi progetti idrici del mondo (oltre 3000 dighe di cui 30 cosiddette "˜grandi' dighe), il complesso dei lavori iniziò dalla diga di Bargi. Alta 70 m e lunga 5 km, venne completata nel 1989, e sommerse un'area di 300 kmq, pari alla metà di Bombay: più di 100.000 gli evacuati, per la maggior parte adivasi (ovvero indigeni) della tribù dei Gondh. Un centinaio i villaggi originariamente previsti nel piano di sommersione ... si rivelarono molti di più, per uno sbaglio di calcolo e senza alcun preavviso per gli abitanti. Nel 1992 le autorità decisero di misurare la capacità del bacinoinondando altri 22 villaggi (e niente indennità, unica alternativa la miseria degli slum alle periferie delle città). Ma la diga di Bargi era solo l'inizio della storia. Un po' più in giù, ecco la diga Sardar Sarovar (tra le più grandi del mondo, 390 kmq di bacino previsto e 240 villaggi da rilocare) già in avanzata fase di costruzione, che promette di inondare di energia l'intero Gujarath. Finora è solo riuscita a sommergere un patrimonio incalcolabile di umanità. Girato e prodotto in proprio, questo documentario ha richiesto numerose spedizioni (a piedi, in battello, nelle più remote regioni tribali del Madhya Pradesh) e ben sei anni per essere completato. E al di là dell'impressionante resoconto del disastro (in nome del progresso), offre una documentazione rara e perciò preziosissima circa culture e insediamenti tribali in via di estinzione.

Nazione:

India

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio - 03 Giugno 2020
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter