14° Festival CinemAmbiente

31 maggio - 5 giugno 2011

CinemAmbiente conferma la sua collocazione tardo primaverile in occasione del 5 giugno, Giornata mondiale dell’ambiente, la più grande e diffusa manifestazione mondiale per promuovere azioni positive a tutela dell’ambiente.
Si prospetta un’edizione ricca di contenuti e di grandi film. Presidente della giuria sarà il grande Michael Cimino, che commenterà, con Alberto Barbera, il suo celebre Verso il sole.
Il Festival presenta un centinaio di film selezionati tra le circa mille iscrizioni, che sono il segno della vitalità del «green cinema», ormai un vero genere cinematografico. Da non perdere Waste Land di Lucy Walker, film brasiliano candidato all’Oscar, sull’artista delle discariche Vik Muniz, e lo spagnolo También la lluvia di Icíar Bollaín, sulla privatizzazione dell’acqua in Bolivia interpretato da Gael Garcia Bernal.
Il programma è costellato da anteprime nazionali che vanno dal divertente Solartaxi - Around the World with the Sun sul giro del mondo di un giovanotto svizzero su un’automobile solare, a Taste the Waste di Valentin Thurn sullo spreco del cibo, film che include anche la documentazione della cena degli avanzi per mille persone organizzata a Torino nel 2010. Di grande interesse cinematografico e civile l’anteprima mondiale di Polvere - Il grande processo dell’amianto di Niccolò Bruna e Andrea Prandstraller sulla vicenda Eternit-amianto su cui il film rivela nuovi, inquietanti risvolti.
Tra gli italiani troviamo altri film piemontesi come A la vita! della coppia Gastinelli e Pellegrino, proposto in dialetto cuneese con sotttotitoli italiani, e La verifica instabile di Guido Morandini, un viaggio sul Po tra Torino e Venezia su una canoa gonfiabile e una bicicletta pieghevole.
Un’attenzione particolare è consacrata al tema delle foreste, a cui è dedicato l’anno 2011. A CinemAmbiente sei dei più bei film su questo tema e l’anteprima italiana di Of Forests and Men di Yann Arthus-Bertrand narrato da Paola Maugeri anch’essa in giuria con Cimino e Mario Tozzi, lo scienziato e conduttore di trasmissioni ambientali che presenterà in esclusiva al Festival il suo Itali@mbiente creato con i contributi video realizzati da semplici cittadini. CinemAmbiente è anche catalizzatore di una serie di eventi tra cui la seconda edizione del Bike Pride e la prima di FierAmbiente il mercato della sostenibilità.
Karl Bruckner nel suo romanzo Il gran sole di Hiroshima ci ha raccontato che la piccola Sadako, una delle vittime dell’esplosione atomica di Hiroshima, negli ultimi mesi di vita ha cercato di costruire mille gru di carta nella speranza che si avverasse la leggenda secondo cui se si arriva a quel numero si avvera un desiderio. Nell’anno dello tsunami e dell’esplosione della centrale nucleare di Fukushima abbiamo voluto dedicare questa edizione del Festival al Giappone ricordandolo nei manifesti con le gru di carta, un origami simbolo di lunga vita e pronta guarigione che invitiamo tutti a realizzare con l’augurio che Fukushima non sia un’altra Chernobyl.

Colophon

DIRETTORE
Gaetano Capizzi

 

SEGRETERIA
Erica Girotto

 

PROGRAMMAZIONE
Silvia Taborelli

 

DOCUMENTAZIONE
Giulio Pedretti

 

COMUNICAZIONE
Silvana Brunero

 

OSPITALITÀ
Mara Cereda

 

CATALOGO
Guglielmo Maggioni

 

APERITIVI LETTERARI
Paola Della Valle

 

UFFICIO STAMPA
Studio Sottocorno
Valentina Tua e Delia Parodo
con la collaborazione di Marta Franceschetti

 

Newsletter