Earth Day 2019: il 22 aprile una Pasquetta con gli Oscar dell’Ambiente

10 Aprile 2019

Poker di proiezioni green, lunedì 22 aprile a Torino, grazie a “La Giornata della Terra con gli Oscar dell’Ambiente”, appuntamenti al cinema organizzati e promossi da CinemAmbiente, a ingresso libero.

In occasione dell’Earth Day 2019 -che quest’anno coincide con la Pasquetta- il Festival CinemAmbiente di Torino propone infatti quattro film a tema ambientale, vincitori della celebre statuetta dell’Academy Award.

Si inizia alle ore 11 al MAcA – Museo A come Ambiente, in corso Umbria 90, con “L’uomo che piantava gli alberi”, di Frédéric Back (Canada 1987, 30’), premio Oscar 1988 come miglior cortometraggio d’animazione.
Un’intera regione, desolata, arida e sferzata dal vento, torna a vivere grazie a un solo uomo. Elzéard Bouffier, solitario pastore ritiratosi sulle montagne del sud della Francia, agli inizi del Novecento inizia un segreto rimboschimento, piantando col suo bastone appuntito migliaia di ghiande. In un’epoca di guerre e distruzione, l’uomo si dimostra ancora capace di generare la vita, anche con gesti semplici. Un delicato inno alla speranza tratto dall’omonimo libro di Jean Giono.
Al termine della proiezione, piantumazione di alberi e picnic di Pasquetta.

Secondo appuntamento alle 16 al Cinema Massimo – MNC di via Verdi 18, in sala Soldati. Sarà proiettato “Wall•E”, di Andrew Stanton (USA 2008, 98’), premio Oscar 2009 come miglior film d’animazione.
La storia di WALL•E (Waste Allocation Load Lifter Earth-Class) è un robottino che da centinaia di anni conduce un’esistenza solitaria sulla Terra perché gli esseri umani hanno abbandonato il pianeta, ormai invivibile. Un giorno, mentre WALL•E compie le sue consuete mansioni, una misteriosa astronave atterra sul pianeta. Da quel momento il piccolo automa avrà un nuovo scopo nella vita: seguire attraverso la galassia EVE, la robot-ricercatrice che, grazie a lui, ha scoperto una nuova chiave per il futuro dell’umanità.

Alle 18, sempre in sala Soldati al Cinema Massimo, sarà la volta de “La marcia dei pinguini”, di Luc Jacquet (USA/Francia 2005, 80’), premio Oscar 2006 come miglior documentario.
Sospeso nel silenzio visivo e sonoro del Mare Antartico, il film segue l’annuale avventura del pinguino imperatore, tenero e apparentemente goffo animale, che per riprodursi deve compiere un va e vieni continuo tra il nord (dove c’è l’oceano e il cibo abbonda) e il sud (dove la banchisa è deserta, ma stabile). Maschi e femmine si uniscono nel canto e formano delle coppie fisse che stringono un patto d’amore che, a -40°, è l’unica speranza di sopravvivenza per i piccoli.

Infine, alle 20,30 sempre al Cinema Massimo in sala Soldati, proiezione di “Avatar” di James Cameron (USA/Gran Bretagna 2009, 162’), premio Oscar 2010 per migliore fotografia, migliore scenografia e migliori effetti speciali.
Jake Sully è un ex marine paraplegico, che viene mandato sul pianeta Pandora in una missione di esplorazione: su Pandora si trovano preziose riserve di energia necessarie alla Terra, messa in ginocchio da una catastrofe ecologica.

Le proiezioni sono a ingresso libero per tutti.

News successiva

15 Giugno 2019

Ore

00.00

Ore

00.00

Ore

00.00

Ore

00.00

Ore

00.00