Rifiuti


La Vita sulla Terra si basa sulla capacità di utilizzare e riutilizzare
ciclicamente le risorse di cui necessita, in virtuù del fatto che il
pianeta, da un punto di vista termodinamico, è un sistema chiuso.
L’impiego e la trasformazione della materia seguono un andamento
circolare, passando costantemente dal comparto biotico (gli organismi
viventi) a quello abiotico (atmosfera, idrosfera e litosfera) con una
varietà di ritmi e processi modellizzati in quelli che chiamiamo cicli
biogeochimici (il ciclo del Carbonio, dell’Azoto, dell’Ossigeno, ecc.).

Questa caratteristica di ciclicità fa sì che in natura ogni trasformazione
di materia generi prodotti a loro volta trasformabili, o perché
commestibili per altri organismi (gli scarti metabolici di un organismo
spesso costituiscono una risorsa nutrizionale per un altro) o perché
soggetti a processi chimico-fisici indipendenti dagli organismi viventi
si pensi al ciclo litogenetico o a quello dell’acqua è che ne
permettono lo smaltimento (trasformazione e dispersione). Questa
incessante trasformazione di materia è alimentata da due flussi
energetici (energia solare ed energia geotermica) e permette agli
organismi viventi l’auto-costruzione dei propri corpi e al tempo
stesso il mantenimento di condizioni ambientali favorevoli alla loro
evoluzione

Newsletter