Cinemambiente a casa tua

2 Aprile 2020

Da venerdì 3 aprile una rassegna di film green in streaming gratuito



Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e Festival CinemAmbiente - Museo Nazionale del Cinema organizzano e promuovono l’iniziativa“CinemAmbiente a casa tua”, rassegna online che mette a disposizione di tutti, per le prossime settimane, una selezione di film a tematica green.

A partire da venerdì 3 aprile, ogni tre giorni sarà proposto un nuovo titolo, visibile gratuitamente su questo sito scelto tra i film che hanno riscosso particolare successo nelle ultime edizioni del Festival o che hanno approfondito i temi oggi più che mai, anche per effetto della pandemia, al centro del dibattito ecologista: i cambiamenti climatici, l’antropizzazione, la tutela degli habitat di specie, l’ecosostenibilità, i nuovi, possibili modelli di sviluppo. La diffusione in streaming dei film sarà accompagnata da videomessaggi dei registi o da videointerventi di esperti, che offriranno spunto per ulteriori approfondimenti.

In questi giorni in cui tanti cittadini di ogni età non possono andare al lavoro o a scuola – ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Sergio Costaabbiamo pensato a come intrattenere, formare e informarli sulle tematiche ambientali rimanendo a casa. “CinemAmbiente a casa tua” è la prima di una serie di iniziative che saranno lanciate nei prossimi giorni dal ministero dell’Ambiente, e abbiamo voluto realizzarla insieme al Festival CinemAmbiente e al Museo Nazionale del Cinema di Torino perché da più di vent’anni organizzano l’omonimo festival con successo di pubblico, dimostrando come questi temi siano di grande attenzione per i cittadini e come sia necessario mantenere alta l’attenzione sui problemi dell’ambiente e sulle loro soluzioni. Perché quando presto ci libereremo dall’emergenza sanitaria è da qui che dovremo ripartire”.


«Dobbiamo innanzitutto ringraziare i distributori e i registi che hanno messo a disposizione gratuitamente i loro film, consentendoci di mantenere un contatto con il pubblico anche in questo difficile momento di distanziamento sociale dice Gaetano Capizzi, direttore del Festival CinemAmbienteInvitiamo anche altri ad aderire a quest’iniziativa, favorendo una riflessione, oggi quantomai importante, sui tanti temi ambientali che sono stati messi in correlazione con la pandemia, talvolta con eccessive semplificazioni. L’inquinamento atmosferico, l’alterazione, ad opera dell’uomo, di habitat ed equilibri naturali fondamentali, l’aumento demografico incontrollato, la globalizzazione, l’organizzazione economica fondata su certi modelli di sviluppo sono problemi estremamente complessi, che il cinema può aiutarci a comprendere e che in futuro andranno esaminati e ripensati anche alla luce di quanto oggi ci sta succedendo».


«La diffusione della cultura è una delle mission del nostro museo
– sottolinea Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema di Torinoe dare a tutti la possibilità di vedere una selezione di film delle recenti edizioni di CinemAmbiente è sicuramente un messaggio importante in un momento di grande incertezza. Questo progetto si affianca alle altre iniziative che il Museo Nazionale del Cinema sta portando avanti con la condivisione online della mostra in corso e delle collezioni del museo, con la realizzazione di laboratori per bambini e famiglie e con la visione in streaming di contenuti della sezione Doc del Torino Film Festival».


Il programma delle "proiezioni"


3-5 aprile L'elemento umano (The Human Element)
di Matthew Testa (USA 2018, 80')
6-8 aprile La bugia verde (The Green Lie)
di Werner Boote (Germania 2018, 97’)
9-11 aprile Dusk Chorus – Basato su "Frammenti di estinzioni"
di Nika Saravanja e Alessandro d’Emilia (Italia 2016, 60’)
12-14 aprile Oceani, il mistero della plastica scomparsa (Océans, le Mystère plastique)
di Vincent Perazio (Francia 2016, 53')
15-17 aprile Ultima chiamata (Last Call)
di Enrico Cerasuolo (Italia 2013, 90’)
18-20 aprile Il sorriso del gatto
di Mario Brenta, Karine de Villers (Italia 2018, 60')
21-23 aprile Ladri di tempo. (Time Thieves. Your Time is their Business)
di Cosima Dannoritzer (Spagna, Francia 2018, 52')
24-26 aprile L'ultimo maiale (The Last Pig)
di Allison Argo (USA 2017, 54')

INFO: Festival CinemAmbiente;
[email protected], www.cinemambiente.it


PRESS INFO:

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Marco Gisotti, [email protected]

Festival CinemAmbiente - Museo Nazionale del Cinema

Resp. Ufficio stampa Museo Nazionale del Cinema: Veronica
Geraci, [email protected]; tel. +39 0118138509,+39 3351341195

Ufficio stampa CinemAmbiente: Valentina Tua, [email protected], tel. +39 3393779900; Giuliana Martinat, [email protected]; tel. (+39) 011 8138893,+39 3474249054

News successiva

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio -
TORINO

Le iscrizioni sono attualmente chiuse

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter