Liliana Cavani


Lavora inizialmente come documentarista per la Rai esordendo con Francesco d'Assisi (1966), apprezzato alla Mostra del Cinema di Venezia, a cui segue Galileo (1968). I cannibali (1970), adattamento dell'Antigone di Sofocle, fa insorgere il pubblico e la critica più moralista. Ma sarà con Il portiere di notte (1974), cult movie e capolavoro della regista, e con Francesco (1989), che Liliana Cavani provocherà censura e perbenisti per il suo modo diretto e mai compromissorio di affrontare temi scomodi, quali razzismo, nazismo, colpe del potere e sessualità, temi fondamentali del suo cinema.


Iscrizione film

24° Festival

CINEMAMBIENTE

01 Ottobre - 06 Ottobre 2021
TORINO

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Le iscrizioni sono attualmente chiuse

Newsletter