Jean-Michel Bertrand

Regista Francia

Nasce a Saint-Bonnet - en - Champsaur nella regione del Delfinato, dove la sua famiglia viveva da generazioni. Poco interessato alle attività scolastiche, sin da piccolo cerca rifugio in montagna, preferendo la compagnia degli animali e la solitudine delle vette. A sedici anni alterna il lavoro di maestro di sci a quello di “piantatore di alberi” per il Corpo Forestale dello Stato, ma il suo amore per la natura lo spingerà presto a varcare i confini francesi per esplorare nuovi territori. Appassionato di immagini, realizza un primo lungometraggio in Islanda, vincitore del primo premio al Festival de Grands Voyageurs de Super Dévoluy. Con lo sguardo acuto ed estremamente discreto che sempre contraddistinguerà il suo lavoro, è alla ricerca di luoghi remoti e al tempo stesso di universi umani dimenticati, come quello dei bambini di strada a Belfast e a Dublino, di cui documenta la povertà e lo sfruttamento nel lavoro. Dalle contraddizioni della realtà urbana raggiunge i nomadi della Mongolia con i quali trascorrerà un anno, seguendoli nei loro spostamenti millenari, prima di far ritorno nei suoi luoghi natii. Da questo momento inizia a concentrarsi su una dimensione più personale portando la telecamera nel cuore della montagna, fino a fondersi con il paesaggio e la vita di un mondo magico fatto di foreste e leggende. Compagna segreta dei suoi sogni di bambino, la grande aquila reale lo guida alla scoperta di questo universo straordinario nella realizzazione di Vertige d’une rencontre (2009), vincitore del Grand Prix per il miglior film al Festival Natur Namur del 2009 e presentato in concorso nell’edizione 2011 di CinemAmbiente. Qualche anno dopo, il bisogno di dare vita a un altro desiderio: l’incontro con i lupi selvatici nel loro ambiente naturale, da cui nascerà il suo nuovo film La Vallée des Loups (2016).

Iscrizione film

23° Festival

CINEMAMBIENTE

29 Maggio -
TORINO

Le iscrizioni sono attualmente chiuse

Iscrizione concorso

 

CINEMAMBIENTE

 
JUNIOR

Newsletter