Articoli

CinemAmbiente in Valchiusella | Lo spreco alimentare | Brosso | Giovedì 9 agosto 2018

Dopo l’esordio, la scorsa settimana, con un successo superiore a ogni aspettativa (proiezioni sempre esaurite, grande partecipazione alle iniziative collaterali), Cinemambiente in Valchiusella riprende a Brosso il suo ciclo di appuntamenti.

La manifestazione – organizzata dall’Associazione Cinemambiente, dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Drusacco e dal Circolo Chiusellavivo di Legambiente – che affianca una rassegna di film a incontri, dibattiti, iniziative naturalistiche e gastronomiche, coinvolgerà in successione, dal 9 al 12 agosto, i restanti Comuni della Valle in altre 4 giornate a tema.

Si riparte giovedì 9 agosto, da Brosso, con una duplice iniziativa incentrata su “Lo spreco alimentare”. Al tema, di crescente rilevanza sotto il profilo socio-ambientale, è dedicata l’intera serata, che si aprirà con una cena (alle 19.30) al Padiglione gastronomico ispirata all’arte tradizionale della cucina di riciclo, a cura della Pro Loco, e continuerà con il film di Grant Baldwin Mangialo e basta – Una storia di spreco alimentare (alle 21, sempre al Padiglione gastronomico).

La proiezione sarà seguita da un incontro con Laura Lancerotto, fiduciaria Condotta Slow Food Valchiusella e presidente del Club Amici Valchiusella, associazione che, con le sue iniziative di valorizzazione e diffusione del patrimonio locale ambientale e culturale (tra cui i noti “Sabat d’le erbe”), negli ultimi 20 anni ha richiamato nella Valle oltre 60mila turisti provenienti da diverse regioni italiane e transfrontaliere.

Il dibattito si focalizzerà sull’importanza di una corretta educazione alimentare. All’incontro interverranno due ospiti. Originaria del Burkina Faso, per molti anni residente in Valchiusella, Kumonidioko Mankenda si soffermerà sulle emergenze alimentari nei Paesi — come il suo — in cui, drammaticamente, il cibo non c’è o non è sufficiente al fabbisogno quotidiano di larga parte della popolazione. Esperta di cultura rurale, Paola Maddalena parlerà invece di “come si mangiava (e si mangia ancor oggi) in cascina”, illustrando le ricette più tipiche della cucina valchiusellese di riciclo.

L’ingresso alla proiezione è libero. Tutti gli eventi sono a partecipazione gratuita, eccetto la cena contro lo spreco alimentare (adulti € 20,00, under 14 € 15,00)

A questo link il programma completo.

Vi aspettiamo!

Cinemambiente in Valchiusella | Il ritorno del lupo | Meugliano – Trausella – Vico Canavese | Venerdì 3 agosto 2018

Il secondo appuntamento, venerdì 3 agosto, interesserà i Comuni di Meugliano – Trausella – Vico Canavese e sarà dedicato a “Il ritorno del lupo”, da oltre una decina di anni animale nuovamente presente nella zona.

L’Associazione Cinemambiente inaugura quest’estate una nuova manifestazione in ambito regionale. Iniziativa culturale che vuole sensibilizzare il pubblico nei confronti dei temi legati alla salvaguardia dell’habitat naturale, Cinemambiente in Valchiusella intende, in parallelo, sottolineare le potenzialità dell’area canavesana che, immersa nel verde di un paesaggio pressoché incontaminato, può ambire a uno sviluppo economico sostenibile e all’ulteriore crescita di un turismo ecologico e responsabile.

Organizzata con la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Drusacco e con il Circolo Chiusellavivo di Legambiente, in media partnership con eHabitat.it, la manifestazione contempla una rassegna di film affiancata da incontri, dibattiti, iniziative naturalistiche e gastronomiche, coinvolgendo in successione, dal 2 al 12 agosto, tutti i Comuni della Valle in 8 giornate a tema.

Il secondo appuntamento, venerdì 3 agosto, interesserà i Comuni di Meugliano – Trausella – Vico Canavese e sarà dedicato a “Il ritorno del lupo”, da oltre una decina di anni animale nuovamente presente nella zona.

La giornata inizierà con una passeggiata naturalistica all’Osservatorio Faunistico (alle 10, con partenza dalla piazza di Vico Canavese), cui seguirà, nel pomeriggio, un laboratorio sul lupo (alle 15) riservato ai ragazzi dagli 8 ai 14 anni e curato dalla cooperativa Arnica di Torino.

In serata, la proiezione dello spettacolare film di Jean-Jacques Annaud L’ultimo lupo (alle 21, alla Sala pluriuso del Comune) sarà seguita da un incontro con Vanda Bonardo, responsabile nazionale Alpi per Legambiente e componente del Consiglio direttivo di CIPRA (Commissione internazionale per la protezione delle Alpi) Italia, e con l’etologo Pier Molinario.

Grazie alla ricchissima popolazione di caprioli, la Valchiusella costituisce un habitat ideale per i lupi. Al momento nella zona è segnalata la presenza di due coppie di predatori, cui sono state imputate anche aggressioni a greggi (incustoditi) di capre. Animale mitico, affascinante e divisivo, il lupo è oggi, come spiega Pier Molinario, più che mai oggetto di scontro tra «le opposte fazioni della “gente di montagna”, che ne paventa la ricomparsa nelle zone alpine e vorrebbe ostacolarla in ogni modo, e della “gente di città”, che ha una gran voglia di selvatico e di natura e si unisce ai conservazionisti difendendone il ritorno a ogni costo». In realtà, precisa l’etologo, il compromesso è possibile: l’incontro, infatti, si soffermerà anche su nuove forme di convivenza tra uomini e lupi, «lontane da antichi pregiudizi e basate invece su tecniche innovative già adottate nella vicina Francia, in grado di controllare l’attività dei predatori, abituandoli a certi tipi di prede anziché altre e dissuadendoli da incursioni in pascoli frequentati da animali domestici, in modo da garantirne la sopravvivenza e la salute genetica senza rischi per la popolazione»

Tutte le proiezioni sono a ingresso libero. Tutti gli eventi sono a partecipazione gratuita.

A questo link il programma completo.

Vi aspettiamo!

Cinemambiente in Valchiusella | Il ripopolamento della montagna | Issiglio | Giovedì 2 agosto 2018

Cinemambiente il Valchiusella prende il via giovedì 2 agosto a Issiglio con una giornata dedicata a “Il ripopolamento della montagna”

L’Associazione Cinemambiente inaugura quest’estate una nuova manifestazione in ambito regionale. Iniziativa culturale che vuole sensibilizzare il pubblico nei confronti dei temi legati alla salvaguardia dell’habitat naturale, Cinemambiente in Valchiusella intende, in parallelo, sottolineare le potenzialità dell’area canavesana che, immersa nel verde di un paesaggio pressoché incontaminato, può ambire a uno sviluppo economico sostenibile e all’ulteriore crescita di un turismo ecologico e responsabile.

Organizzata con la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Drusacco e con il Circolo Chiusellavivo di Legambiente, in media partnership con eHabitat.it, la manifestazione contempla una rassegna di film affiancata da incontri, dibattiti, iniziative naturalistiche e gastronomiche, coinvolgendo in successione, dal 2 al 12 agosto, tutti i Comuni della Valle in 8 giornate a tema.

Cinemambiente in Valchiusella parte giovedì 2 agosto, da Issiglio, con una giornata dedicata a “Il ripopolamento della montagna”, tema di grande attualità nell’intero arco alpino, dove si combatte, soprattutto nelle località più piccole, una battaglia, spesso persa, contro l’abbondano del territorio. Con i suoi attuali 5300 abitanti, la Valchiusella sembra, negli ultimi anni, essere riuscita a fermare l’emorragia demografica (anche grazie ai flussi migratori), ma continua a dover fare i conti con un’età media della popolazione che spesso sfiora i 50 anni nei paesi più centrali e che arriva ai 60 nei Comuni terminali e più disagiati della Valle.

Come spiega il sindaco di Issiglio, Antonio Oberto, «la mancanza di efficaci politiche statali di incentivo, la carenza di infrastrutture e di fondi, che spesso impediscono persino l’ordinaria manutenzione del territorio, la persistenza, in diverse zone, di un forte Digital Divide non possono che rendere un ripopolamento significativo un obiettivo a lungo termine». Del processo, lento ma possibile, è testimonianza il film proposto in serata (alle 21, alla Sala pluriuso del Comune), Resina, di Renzo Carbonera, in cui una piccola comunità montana ritrova vitalità e senso di unione attraverso la musica e la creazione di un coro polifonico.

In piena sintonia con la storia raccontata sul grande schermo, la proiezione sarà seguita da un concerto in cui si esibirà l’ensemble strumentale composto da musicisti provenienti da diversi Comuni della Valle, espressione di una forma di collaborazione sul territorio ormai continuativa con successo da diversi anni.

In mattinata il cartellone contempla una passeggiata naturalistica (alle 10, con partenza dalla piazza di Issiglio), guidata dall’etologo Pier Molinario e, nel pomeriggio (alle 16, sempre con partenza dalla piazza centrale), una visita, a cura del Comune, alla scoperta della storia e dell’architettura del paese, seguendo un itinerario che dal Museo della vita alpina arriverà all’arco in pietra, al forno, alla Cappella di Santa Maddalena.

Tutte le proiezioni sono a ingresso libero. Tutti gli eventi sono a partecipazione gratuita.

Vi aspettiamo!